Causa comune

La versione francese di “Causa Comune: l’informazione tra bene comune e proprietà” è stata pubblicata nel febbraio del 2005 da Editions Fayard / collana Transversales. La versione elettronica è stata distribuita sotto i termini di una licenza Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs sei mesi dopo.

Antonella Beccaria e Andrea Glorioso hanno curato la traduzione italiana, che è stata pubblicata da Stampa Alternativa il 25 maggio2007, con la prefazione di Juan Carlos De Martin.  E possibile scaricare la versione elettronica del libro.. L’edizione italiana è distribuita sotto i termini della licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia.

Per piacere, comprate e leggete il libro, scaricate e diffondetene il contenuto.

L’autore ringrazia Editions Fayard per aver ceduto i diritti di traduzione per l’Italia e Stampa Alternativa / Nuovi Equilibri per il suo impegno nei confronti di un sistema di pubblicazione che favorisce la produzione e la diffusione della conoscenza. Mostrate anche voi la vostra riconoscenza comprando i loro libri.


Causa Comune

Hanno tentato di mettere sotto chiave le varietà di riso coltivate in Estremo Oriente e hanno denunciato agricoltori “colpevoli” di essersi ritrovati loro malgrado con raccolti OGM per cause ambientali. Vorrebbero che le formule matematiche fossero di quasi esclusivo utilizzo di poche realtà tecnologiche che, con la scusa di fare innovazione, impongono monopoli a scapito di concorrenti, consumatori e cittadini. Spacciano logiche sanitarie incentrate sulla somministrazione di medicinali a tutto beneficio dell’industria farmacologica ignorando il diritto all’accesso a cure fondamentali per tutti e negando le strategie per la prevenzione delle malattie. Chi sono? Sono le corporation e i governi compiacenti che combattono i beni comuni informazionali. I quali, tuttavia, sono oggi alla base di un rinnovamento sociale e politico che ha già riflessi sull’intero pianeta. Dall’informatica alla scienza, dalle
enciclopedie libere alla tutela del territorio, il mondo è percorso da una corrente che combatte la progressiva privatizzazione di ogni ambito della conoscenza umana. Malgrado il nemico sia rappresentato da potentati internazionali che schierano studi legali agguerriti e corazze fatte di denaro e di protezioni politiche, l’esito della battaglia è tutt’altro che scontato: come per l’acqua, l’istruzione e l’assistenza sociale, i cittadini reclamano ciò che spetta loro di diritto e lavorano affinché barriere e lucchetti siano rimossi. Quella testimoniata da “Causa Comune” è la storia di questa battaglia, dalle sue radici fino ai giorni nostri, ed è un’indagine su un movimento globale, eterogeneo e consapevole che pone al centro gli interessi dell’umanità.

This post is also available in: Inglese, Francese, Arabo